Copyright © Angelo R. Andrulli
logo
logo

Biografia

Angelo Raffaele ANDRULLI, Liutaio e Violinista Materano, appassionato sin da piccolo di Musica, Scultura e Pittura.

A otto anni inizia lo studio della fisarmonica e poi del violino entrando a frequentare il Conservatorio “E.R. Duni” di Matera; più tardi si iscrive anche presso il liceo Artistico “C. Levi” di Matera dove nel 1994 si Diploma, acquisendo nell’anno successivo anche il V anno integrativo. Negli anni del Liceo partecipa a diverse esposizioni artistiche  personali e collettive artistiche  ed estemporanee di Pittura, vincendo tra l’altro il Primo Premio assoluto dedicato a “C. Levi” al concorso di Pittura tenutosi ad Aliano (PZ) e premiato dal  M° Luigi Guerricchio.

L’amore per il violino e la passione per l’arte lo porta in questo periodo giovanile di formazione ad incuriosirsi alle tecniche di creazione dello strumento che studiava e dal 1994 inizia da autodidatta lo studio della liuteria, acquisendo le prime nozioni su materiali lignei e restauro frequentando diverse botteghe di  artigiani, scultori e ebanisti locali, accompagnando la pratica allo studio di libri antichi e moderni di liuteria come il trattato “I segreti di Stradivari” di Simone Ferdinando Sacconi. La crescente voglia di imparare la costruzione dello strumento che studiava lo porta a iniziare numerosi viaggi verso città dove questo mestiere ebbe origine visitando diverse botteghe di liutai di Cremona, Bologna, Firenze e Roma.

Proprio a Roma nel 1998 durante una visita presso la bottega del liutaio M° Vittorio Filippi, inizia un’assidua frequentazione con l’umile Maestro portandolo sempre più ad affinare la propria tecnica costruttiva; In seguito  grazie ai consigli dei Maestri archettai F. Nofri e G.Lucchi apprende le tecniche di riparazione e cambio crine ad archi per violino, viola e violoncello..

Successivamente nel 2000 si Diploma brillantemente in violino presso il Conservatorio di Musica “E.R. Duni” di Matera.

In seguito presso lo stesso Conservatorio, Nel 2007 acquisisce la Laurea Accademica di secondo Livello in Violino, con il massimo dei voti e la lode sotto la guida del M° Carmelo Andriani, presentando una tesi dal titolo “Il Violino tra legno e suono”, riguardante l’arte della liuteria tra storia, costruzione, pratica ed evoluzione dello strumento stesso. Ha collaborato in qualità di violinista con numerose orchestre e maestri come C. Abbado, P. Bellugi, R. Muti, G. Pelliccia, N. Samale, R. Marrone, R. Napoli, G. Frisina, V. Perrone.

Nel 2008 viene inserito nel Saggio Enciclopedico Internazionale “Violinmaker in Italy” (Liutai in Italia) a cura del  M° Gualtiero Nicolini Presidente dell’ANLAI (Ass. Nazionale Liuteria Italiana).

Nel 2009 svolge in qualità di Docente esperto di liuteria, il corso sulle tecniche di costruzione, restauro, manutenzione ed elementi di organologia degli strumenti ad arco nell’ambito del Progetto di Alta formazione  presso Pro.Ge.A Consorzio di formazione di Potenza (PZ)

Dal 2010 si trasferisce per amore nella Città di Altamura dove vive e lavora, aprendo il suo laboratorio “Liuteria d’Autore”.

Nel 2011 viene recensito in un’ampia intervista dal titolo “Andrulli Liutaio per Passione”, pubblicata sulla rivista  Mondo Basilicata a cura del Consiglio Regionale della Basilicata.

Nel 2013 è inserito con una sua testimonianza nel libro “Scipione Troiano. Liutaio” ( a cura del Dott. Giovanni Falcone), per aver eseguito restauri a strumenti dello stesso Liutaio Lucano (Bernalda) vissuto dal 1908 al 1958.

cop.aspx

Nel 2014 gli viene pubblicata una recensione biografica nel Libro “Altamura terra di talenti” a cura del giornalista e ricercatore storico Giovanni Mercadante.

Nello stesso anno ha avuto l’incarico come docente di liuteria nell’ambito del Corso di “Artigianato Musicale” Sezione Archi, durata 200 ore (Storia, tecnologia del legno, fisica acustica, metodologia pratico costruttiva restauro, manutenzione e messa a punto degli strumenti ad arco), presso AGEFORMA, Matera.

10448395_10203413181364168_3429231059401382172_o

Svolge periodicamente in qualità di Liutaio diversi Corsi, di formazione, Seminari,  Masterclass e Workshop di liuteria presso diversi Enti, Scuole e Associazioni Artistiche. Ha seguito corsi di Storia della Musica per didattica e Metodologia degli strumenti musicali con il Ricercatore Musicologo M° Giovanni Polin, presso il Conservatorio “Gesualdo da Venosa” di Potenza. I suoi strumenti sono apprezzati da numerosi musicisti Italiani e Stranieri di fama Nazionale e Internazionale. Il famoso Violinista M° Felix Ayo dice di lui: “Sono rimasto particolarmente impressionato dalla bellezza e potenza degli strumenti di Andrulli, suono di grande qualità e raffinatezza timbrica, ma il suo estro culmina con la messa a punto dello strumento, mani d’oro…”  .

 

 

Inoltre in lavorazione è il Violino denominato “Saverio Mercadante” dedicato alla sua Città d’adozione (Altamura), tale opera ha come particolarità l’incisione e rifinitura a foglia d’oro di una decorazione originale sulla fascia superiore destra di ogni strumento da lui stesso realizzata raffigurante i leoni della Cattedrale di Altamura.

 

Dedicato alla città di Altamura è da citare, la Viola costruita nel 2012 denominata “Leonessa di Puglia”.

Nel 2011 fonda nella Città di Altamura L’Orchestra e Coro “Piccoli Musici” Saverio Mercadante, Ensamble musicale formata da bambini di 6 anni, costituita da varie sezioni strumentali come: Violini, Chitarre, Flauti, Sax, Piano, Percussioni e Coro, avente come Presidente Onorario Don Peppino Manfredi.

Ha eseguito delicati restauri e riparazioni a strumenti di Maestri liutai a livello Mondiale come Andrea Guarneri (1675), Georg Klotz (1774), Ferdinando Gagliano (1782), Romeo Antoniazzi (1909), Gaetano Gadda (1936,1956), Nicola e Raffaele Calace (1891), Vincenzo Postiglione (1896), Costantino Cioffi (1939), Giuseppe Scarampella (1897), Marino Capicchioni (F. Ayo 1956 e C. Andriani 1942), Vittorio Bellarosa (1950), Arnaldo Morano (1962, 1963),  etc…

Da Gennaio 2015 è stato nominato Presidente dell’Accademia musicale e artistica “MusicArte” della Città di Altamura.

Nel febbraio 2015 viene invitato presso la Camera del Commercio di Matera, in qualità di Liutaio a rappresentare un’esempio di eccellenza artistica della Città Lucana.

Nel Maggio del 2015 è protagonista presso la galleria “Arti Visive” di Matera, con una sua  personale di liuteria “Omaggio ad Arman”, attraverso l’esposizione di strumenti e opere artistiche da lui realizzate dedicando per tutto il mese di Maggio seminari di formazione artistica rivolta a tutte le scuole della Città di Matera e paesi limitrofi, riscuotendo tanti consensi positivi da parte del pubblico che ha visitato l’esposizione. L’esposizione è stata inaugurata dal M° Carmelo Andriani esibendosi in un Recital per violino solo suonando il violino “Sofia” costruito da Andrulli nell’anno 2009 a Matera.

Nel Luglio del 2015 è stato invitato dall'Associazione Prima Idea,  in qualità di liutaio ha partecipare con un’esibizione dimostrativa e formativa live alla III Edizione della “Festa dell’Arte” tenutasi nella Città di Matera.

Nello stesso anno acquisisce l’abilitazione all’insegnamento nella classe di concorso A077 (Violino)  presso il Conservatorio “G. da Venosa” di Potenza.

Sempre nell’anno 2015 fonda ufficialmente l’ Ensemble d’Archi della sua Liuteria, formata da musicisti che adoperano uno strumento da lui costruito o restaurato, collaborando con la Nuova Orchestra Lucana .

Nel  febbraio del 2016 viene invitato dal Comitato della Festa della Bruna di Matera a presentare presso Palazzo Lanfranchi (Sala Levi) il suo Progetto/Spettacolo “L’Artigiano in scena riscuotendo numerosi consensi per la semplicità e l’originalità dell’idea, dove viene mostrato il percorso di creazione di uno strumento ad arco, dalla scelta dei legni che saranno disegnati, modellati, tagliati fino al risultato ultimo attraverso il lavoro paziente e accurato del liutaio artista tutto “in diretta” dalla bottega-palco, dove i musicisti affideranno la cura del proprio strumento nelle mani del liutaio che, attraverso un lavoro di manutenzione e messa a punto lo farà suonare al meglio. La bottega-palco e il palco-palcoscenico si uniscono, chiudendo il cammino iniziato dal pezzo di legno grezzo che vivrà di vibrazioni trasmissibili al pubblico attraverso i musicisti che con i loro strumenti, costruiti da Andrulli, danno vita ad un vero è proprio spettacolo artistico musicale. Nella stessa serata è stato presentato il violino barocco denominato “Sanctus” e dedicato a Maria SS. della Bruna (patrona della città di Matera), inaugurato dal M° Piero Massa.

Nel Settembre 2016 in occasione della VII Edizione di "Matera è Fiera" presenta un'altra sua opera sonora il violino denominato "Matera, 2 Luglio", nello stesso evento gli viene conferito il premio come eccellenza artistica e artigianale del territorio lucano.

Dalla collaborazione e condivisione  con l'artista  di fama Internazionale il M° Giuseppe Mitarotonda nell'Aprile 2017 nasce il violino "Ortega" in memoria del grande artista Josè Ortega.

A Settembre 2017 è ospite in qualità di rappresentante dell'artigianato locale alla  I Edizione della manifestazione Internazionale d'arte "MaterArt" svolto nella Città di Matera e organizzato dalla gallerista Dott.ssa Maria Lorena Franchi in collaborazione con l'artista materano Prof. Nicola Lisanti e il Dott. Nicola D'Imperio, dove  Andrulli ha presentato nella serata del 23 Settembre 2017,  quattro strumenti da lui costruiti e suonati da giovanissimi musicisti, dando dimostrazione, dinanzi ad un folto pubblico di come sia  fondamentale per un musicista il rapporto di scambio con colui che crea i suoni e l'importanza di dover registrare (la cosiddetta "messa a punto") il proprio  strumento.

 All'attività di Liutaio alterna l’attività d'insegnamento  del Violino, presso Scuole Statali e private.

Andrulli vede l’Arte,  come una missione rivolta a trasmettere e condividere la sua creatività e passione , ricercando ogni giorno  stimoli e risorse artistiche nel nostro territorio, per valorizzare l’ educazione, la cultura e la formazione vera e propria.